top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreYanelis Contreras

Stress, cause, sintomi e come combatterlo


Si fa presto a dire stress, e spesso si usa questa parola a sproposito.


In realtà, lo STRESS è un fenomeno complesso ma ben preciso, e con una serie di conseguenze sul nostro corpo: in questa infografica vedi riassunti i SINTOMI, successivamente ti spiegherò PERCHÈ lo stress può provocarteli, e naturalmente vedremo come porre rimedio.


Quali stress ti possono causare questi sintomi?


Non pensare necessariamente ai fattori più ovvi, come il lavoro o l’ambiente familiare:qualsiasi cosa che incida negativamente e continuativamente con il tuo corpo può essere considerato uno stress.

 

#1 Stress FISICO

Eccesso di attività fisica o al contrario sedentarietà possono essere considerati importanti fonti di stress, così come i dolori muscolo scheletrici o i traumi.

 

#2 Stress ALIMENTARE

Eccesso di calorie, eccesso di cibi industriali, orari sballati per i pasti, bere poca acqua: se pensiamo ai modi per stressare il corpo con l’alimentazione, abbiamo l’imbarazzo della scelta.

 

#3 Stress EMOTIVO

Naturalmente lo stress emotivo gioca un ruolo importante e spesso determinante: situazioni lavorative, familiari e traumi psicologici possono rappresentare una fonte importantissima di stress.

 

Perché lo stress ti provoca questi sintomi?


Il nostro corpo affronta benissimo gli stress acuti e di breve durata, perchè sono quelli a cui i nostri antenati sono stati abituati per millenni: pericolo – fuga – riposo (o morte, se ti era andata male).


Oggi non abbiamo stress acuti che minacciano la nostra sopravvivenza, ma stress cronici e continuativi.


Di conseguenza, gli adattamenti che erano stati pensati per durare minuti/ore, vanno a prolungarsi per settimane/mesi, con ovvie conseguenze negative.


 


  1. ADATTAMENTI FISICI

Il principale adattamento fisico avviene a livello dei MUSCOLI, che aumentano il loro stato di tensione.


Di conseguenza, il prolungarsi delle situazioni di stress conduce a rigidità, contratture croniche e cefalea muscolo tensiva.

 

2. ADATTAMENTI METABOLICI

Sotto stress il corpo cambia i propri assi ormonali, mobilitando sopratutto cortisolo e adrenalina: questi ormoni aumentano alcune funzioni utili a sopportare lo stress (come ad esempio lo stato di vigilanza e la reattività) ma ne sopprimono altre che nei momenti di stress non servono (ad esempio la digestione).


Di conseguenza, in situazione di STRESS CRONICO  possiamo avere problemi alla DIGESTIONE e alla QUALITA’ DEL SONNO.

 

3. ADATTAMENTI NERVOSI

Il Sistema Nervoso è il grande regista della risposta allo stress: è lui che decide quando ciò che stiamo affrontando è un pericolo, e quindi è lui il responsabile degli adattamenti che abbiamo già visto.


Quando lo stress è cronico, il Sistema Nervoso “paga lo scotto” con mancanza di lucidità, tachicardia e vertigini/sbandamenti.

 

Come si curano questi sintomi?


Prendere atto dei sintomi dello stress non basta: una volta che sai che il problema è quello, devi cercare di porre rimedio.


Ecco alcuni utili consigli per impostare la tua strategia in modo autonomo.


Ciò che è davvero indispensabile è che tu ti metta al più presto al lavoro con una strategia efficace.


Questa che ti propongo è una strategia basata su quatro “step”, che puoi applicare da subito: tutte le informazioni che ti servono sono già a tua disposizione e gratuite:


  1. Migliora la flessibilità dei tuoi muscoli posturali: per migliorare la tua postura e le rigidità muscolari.

  2. Migliora la qualità della tua alimentazione: distribuendo adeguatamente il cibo durante la giornata e lavorando sulla qualità dei cibi stessi, puoi ridurre di molto lo stress metabolico.

  3. Dedica 30 minuti 3 volte alla settimana ad un esercizio di rilassamento. La meditazione, lo Yoga, le camminate immersi nella natura sono alcuni degli spunti a cui ti puoi approcciare.

  4. Il massaggio per esempio è un modo perfetto per ridurre lo stress.




Un massaggio rilassante offre benefici sostanziali per la salute. Un delicato massaggio stimola le terminazioni sensoriali dei nervi della pelle, che trasmettono messaggi attraverso il sistema nervoso e provocano il rilascio di endorfine nel cervello. Questi sono gli antidolorifici naturali del corpo, sostanze chimiche che creano un senso di benessere. 


Grazie al massaggio rilassante potrete:


  • Dormire meglio

  • Avere più energia

  • Migliorare la resistenza alle malattie

  • Aumentare la concentrazione

  • Aumentare la propria pazienza


Il massaggio aiuta inoltre il rilassamento stimolando il sistema nervoso parasimpatico del corpo, anche conosciuto come sistema nervoso vegetativo o viscerale.  La pressione sanguigna diminuisce, la frequenza cardiaca rallenta e l’attività digestiva aumenta. Aumenta anche la circolazione sanguigna e stimola il sistema linfatico del corpo, che trasporta via i prodotti di scarto.


Se la notte non riuscite a riposare, vi sentite sempre scarichi e privi di energia, soffrite di malattie persistenti come raffreddore e influenza, mancate di concentrazione e tendete a scattare con coloro che vi circondano, potreste ottenere benefici davvero tangibili sottoponendovi a regolari sessioni di semplice, ma meravigliosamente benefico, massaggio rilassante.


1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Massaggio Olistico Bionergetico

La bioenergetica è una tecnica psicocorporea volta a sciogliere tutti i blocchi energetici sul corpo per permettere all’energia di scorrere in modo fluido e continuo. Si presta quindi a rimuovere tutt

Comments


bottom of page